13
Mag2019

CLAIM DETOX SUGLI ALIMENTI: ALCUNI AGGIORNAMENTI

In risposta ad una interrogazione Parlamentare, il Commissario della DG Sante, Andriukaitis, ha escluso il ricorso a nuova legislazione specifica per l’impiego del claim “detox” in etichetta.

L’esponente della Commissione Europea, con mandato in scadenza, ha ribadito che il riferimento “detox” sulle etichette alimentari ricade nel campo di applicazione del regolamento (CE) n. 1924/2006 (c.d. Regolamento Claim) e per il suo utilizzo è sempre possibile, per un operatore del settore alimentare, presentare domanda di autorizzazione ai sensi del predetto regolamento.

In realtà si tratta di una strada in salita, per lo meno stando ai precedenti tentativi di autorizzazione che sono naufragati nel corso della valutazione di EFSA. La gran parte di queste applicazioni infatti è stata rigettata per mancanza o insufficienza di prove scientifiche comprovanti l’effetto fisiologico benefico che si intendeva vantare. Ad esempio, la richiesta di autorizzazione di un claim del tipo «supporta la funzione di disintossicazione» e «può aiutare il processo di disintossicazione» con riferimento al tanto discusso Green coffe (Coffea arabica L.).

Vale ricordare che per specifiche sostanze vegetali con proprietà di disintossicazione risultano legittimati su base transitoria alcuni claim. Sul punto vedasi nostro approfondimento.

In ogni caso, gli Stati membri sono responsabili dell’applicazione della legislazione alimentare, del monitoraggio e della verifica del rispetto da parte degli operatori del settore alimentare dei requisiti pertinenti della legislazione alimentare. In proposito occorre ricordare che, a livello nazionale vige il D.lgs. n. 27/2017, recante la disciplina sanzionatoria per le violazioni al Regolamento Claim, il quale dispone che, salvo che il fatto costituisca reato, l’operatore del settore alimentare che, utilizzi in etichetta, nella presentazione e nella pubblicità degli alimenti, indicazioni nutrizionali o sulla salute in violazione delle disposizioni Ue, è soggetto a sanzione amministrativa pecuniaria.

 

Condividi

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.
Articoli recenti
Contattaci

Autorizzo all'utilizzo dei miei dati per la risposta, come da informativa sulla privacy policy

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
error: Contenuto protetto !