CORSO IN GESTIONE SANITARIA E LEGALE IN ACQUACOLTURA E NELLE ATTIVITÀ DELLA PESCA

LEX ALIMENTARIA STUDIO LEGALE, in collaborazione con il dott. P. Patarnello, ha progettato il corso “GESTIONE SANITARIA E CONFORMITA’ LEGALE IN ACQUACOLTURA e NELLE ATTIVITÀ DELLA PESCA”, specificatamente rivolto a medici veterinari, liberi professionisti e funzionari del controllo ufficiale, dipendenti di aziende del settore che intendano aggiornare e affinare le proprie capacità di gestione degli aspetti tecnici e giuridici applicabili alle attività della pesca e dell’acquacoltura.

Le attività di allevamento e commercializzazione dei prodotti della pesca sono chiamate allo sviluppo di sistemi zootecnici sempre più evoluti ed rivolti ad una produzione di qualità nel rispetto della sicurezza alimentare del prodotto e nella salvaguardia dell’ambiente di produzione, anche per rispondere ai requisiti non solo cogenti ma anche contrattuali.

Il corso, di 24 ore, si articola in due moduli, il primo relativo alla gestione igienico sanitaria delle attività di acquacoltura e della pesca, il secondo modulo è, invece, relativo ai profili giuridici e legali (controllo ufficiale, sanzioni, prescrizioni) della attività anzidette.

Per ulteriori informazioni, si rinvia alla scheda tecnica di seguito riportata, e al programma qui allegato. Per contattarci, scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@lexalimentaria.eu oppure  prendere contatto telefonico con LEX ALIMENTARIA ai recapiti indicati sul sito www.lexalimentaria.eu.

***

“GESTIONE SANITARIA E CONFORMITA’ LEGALE

IN ACQUACOLTURA e NELLE ATTIVITÀ DELLA PESCA”

 

SCHEDA DEL CORSO

 

Obiettivo Formativo:

Acquisire conoscenze teoriche e pratiche sui principali aspetti igienico sanitari e le procedure applicative del controllo sanitario nella moderna acquacoltura e nell’ispezione e controllo dei prodotti della pesca.

 

Destinatari: Attività formativa per:

N. 20 Medici Veterinari, liberi professionisti e del controllo ufficiale.

 

Metodologia didattica:

Serie di relazioni su tema preordinato, presentazione di filmati e diapositive sui principali temi trattati, esercitazioni pratiche sulle principali tecniche ispettive ed analitiche del pesce, esercitazione pratica sulle tecniche di dissezione ed anatomia patologica delle specie ittiche di interesse commerciale; caso di studio conclusivo del tipo brainstorming.

Il corso è articolato in due moduli: il modulo A è relativo alla gestione igienico sanitaria nell’acquacoltura e nelle attività di pesca; il modulo B delinea i profili legali connessi alle attività di pesca e acquacoltura.

 

Responsabili Scientifici: Dott. Pierpaolo Patarnello, avv. Daniele Pisanello

Pierpaolo PATARNELLO è un Veterinario specialista in Acquacoltura ed Ittiopatologia con oltre 20 anni di esperienza nella Gestione e Controllo Sanitario dei sistemi produttivi acquicoli. Collabora con i principali Centri di Ricerca del settore nell'approfondimento scientifico di tematiche inerenti a studi epidemiologici di specie ittiche selvatiche e prodotti della pesca.

 

Daniele PISANELLO è avvocato e consulente legale in Legislazione Alimentare, titolare di LEX ALIMENTARIA STUDIO LEGALE (Lecce e Bologna). Collabora con istituzioni universitarie nazionali e estere, quotidiani, riviste e periodici. È autore di monografie e articoli e saggi di approfondimento su riviste giuridiche nazionali ed internazionali in tema di legislazione alimentare.

 

Supporti didattici:

All’inizio del corso potrà essere consegnato ad ogni partecipante un Cd-rom contenente i supporti testuali impiegati durante il corso (testi di legge, standard nazionali e internazionali, sentenze, immagini, link).

 

Strumenti di valutazione dei risultati:

Questionario di apprendimento.

 

Strumenti di valutazione della qualità:

Questionario di gradimento.

Descrizione degli obiettivi del corso:

Le attività di allevamento sono chiamate allo sviluppo di sistemi zootecnici sempre più evoluti ed rivolti ad una produzione di qualità nel rispetto della sicurezza alimentare del prodotto e nella salvaguardia dell’ambiente di produzione, anche per rispondere ai requisiti non solo cogenti ma anche contrattuali.

Nel caso degli allevamenti ittici la sovrapposizione di questi due aspetti (sicurezza del prodotto e salubrità ambientale) è più che mai essenziale per il raggiungimento di un risultato soddisfacente. La salvaguardia dell’ambiente di allevamento è il primo passo per garantire la salubrità del prodotto “pesce allevato” .

La interazione costante con il Servizio Veterinario Pubblico può, se adeguatamente valorizzata, costituire una importante risorsa della moderna pescicoltura intensiva sempre più orientata al raggiungimento di un prodotto “ sano “ e “sicuro”.

L’approccio pratico al controllo dello stato di salute del pesce allevato prevede una sequenza di passaggi tecnici che risulta simile a quella delle altre forme di zootecnia intensiva maggiormente note. La conoscenza e l’approfondimento degli aspetti tecnici teorico pratici di gestione sanitaria del settore ittico, rappresentano un indispensabile bagaglio per il consulente aziendale e per il veterinario pubblico che opera nel sistema Sanitario Nazionale a garanzia della salute e della sicurezza alimentare.

L’uniformarsi della normativa comunitaria, anche riguardo alle regole in materia di igiene e controllo dei prodotti di pesca e acquicoltura, orienta sempre di più i sistemi produttivi ad un rigido rispetto di regole e norme non sempre facenti parte della “nostra” tradizione zootecnica. In questo processo di armonizzazione il rapporto con il controllo ufficiale diventa elemento imprescindibile per ogni politica di conformità del prodotto e del processo produttivo, nel quale peraltro assume rilievo decisivo la comprensione dei ruoli dell’operatore del settore alimentare. Il controllo ufficiale, in tal modo, si trova a dover operare su una linea di demarcazione spesso poco nitida, dovendo da un lato rispettare l’autonomia dell’OSA e, dall’altro, garantire l’assolvimento dei suoi doveri d’ufficio  (applicazione di misure correttive, sanzioni, attuazione dei requisiti per la conduzione di audit da parte dell’Autorità Sanitaria, sanzioni, etc.).

Il Corso può essere riconosciuto ai fini dei crediti ECM.

 

Informazioni ulteriori:

Per maggiori informazioni farne richiesta all’indirizzo di posta elettronica info@lexalimentaria.eu oppure  prendere contatto telefonico con Lex Alimentaria ai recapiti indicati sul sito www.lexalimentaria.eu.